Key Words

Emarginazione

- 7 Luglio 2013

È uno status o condizione, individuale o collettivo, di esclusione dai rapporti sociali, e può giungere fino alla negazione dei diritti civili.
• L’ emarginazione sociale è una situazione di disagio materiale e sociale della formazione sociale, che rientra nel concetto legale di esclusione sociale, ed è molto relazionata alle situazioni di povertà ed alla discriminazione.
• L’ emarginazione individuale è una situazione di disagio psichico e sociale dell’individuo caratterizzata da un non volontario isolamento individuale, ed è molto relazionata all’elemento del carattere psichico che è la introversione, ed alla discriminazione.
Tra le cause altre della emarginazione individuale: Conflitto personale, conflitto familiare, conflitto sociale; Pregiudizi personali, culturali, di gruppo; Ignoranza delle situazioni o delle conseguenze di tali situazioni.
Anche quando l’emarginazione ha come causa principale fattori di tipo economico, la responsabilità dei singoli e/o dei gruppi sociali e delle loro azioni o inazioni è da considerarsi un fattore attivo di produzione dell’emarginazione stessa. L’emarginazione può essere grave o semigrave.
Alcune delle cause che producono emarginazione e auto-emarginazione sono: separazioni familiari, perdita del lavoro, perdita dell’alloggio, indigenza economica, disturbi psichici, violenze subite.
Si può affermare che nei casi di auto-emarginazione risieda un forte rifiuto della società come tale, com’è, che, originandosi dalla impossibilità di risolvere le proprie problematiche esistenziali (economiche, familiari, personali), sfocia in una giustificazione del proprio status che viene elaborata a supporto della possibilità di sopravvivenza (mentale).
Esistono forme di emarginazione (sociali) che sono ancora più gravi perché sono prodotte dal pregiudizio, dall’ignoranza, dall’azione attiva di gruppi e persone verso altri gruppi e altre persone. Esse sono:
• Il pregiudizio sull’origine delle persone (o razzismo);
• Il rifiuto verso gli aderenti a religioni o confessioni diverse dalla propria;
• La discriminazione verso l’appartenenza ad un sesso o verso scelte di relazione affettiva (principalmente verso gli omosessuali);
• La discriminazione verso i transessuali;
• Il disconoscimento verso le persone diversamente abili;
• Il timore che produce distanza verso gli ammalati;
• Il disprezzo verso altri gruppi sociali, quali ad esempio: i nomadi, i nativi, ecc.
Compito della società deve essere il rimuovere tutte le emarginazioni perché producono disagio, sofferenza, squilibrio, tensioni, spreco di risorse (personali e intellettuali).

Fonte: Wikipedia