Studio Hsbc

Expat di lusso

- 18 Novembre 2013

Il posto migliore in cui emigrare? Cina e Thailandia tra i grandi paesi. Svizzera, Isole Cayman, Qatar, Bahrain e Singapore tra i piccoli. Sono le conclusioni di uno studio commissionato dalla banca britannica Hsbc e di cui ha recentemente parlato il Washington Post. L’emigrazione a cui fa riferimento la ricerca è ovviamente quella medio-alta, dei cosiddetti “espatriati”, potenziali clienti della Hsbc: in questi Paesi possono guadagnare fino ad un 15% in più rispetto agli autoctoni. Per i migranti “poveri” il discorso cambia: avete presente cosa accade a Bangladeshi e Filippini nei Paesi del Golfo?
La classe medio alta può trovarsi molto bene in Europa solo in Svizzera e in Germania. Gli altri stati del Vecchio Continente non hanno particolare appeal e Italia, Spagna e Regno Unito sono vivamente sconsigliate: possono esserci anche buoni servizi, ma il costo della vita è troppo alto rispetto agli stipendi e l’alta tassazione va a sostenere uno stato sociale di cui magari i migranti benestanti non faranno uso. Per farsi un’idea ancora più precisa, date un’occhiata alla mappa pubblicata dal Washington Post. I paesi analizzati sono 34, quelli in rosso sono sconsigliati, quelli in blu sono i “raccomandati”. I grigi, non pervenuti.
expats