Scritture migranti

Immicreando, concorso di scrittura

- 15 Febbraio 2015

Superato il traguardo del decennale, il concorso di scrittura Immicreando prosegue con la XIII edizione di un’iniziativa consolidata, frutto del partenariato tra la Fondazione ISMU, attiva nell’ambito delle “iniziative e ricerche sulla multietnicità” e l’Arcidiocesi di Milano – precisamente l’Ufficio per la Pastorale dei Migranti, che ha come obiettivo la “cura pastorale delle persone immigrate nei loro bisogni umani e spirituali”.

Con il concorso si intende valorizzare e attribuire un riconoscimento alla creatività dei cittadini di origine straniera, attraverso l’espressione scritta. La partecipazione è aperta a tutti coloro che, provenendo da Paesi esteri, hanno vissuto e vivono in Italia la propria storia di migranti. Quest’anno il concorso è partito ufficialmente il 18 gennaio, in occasione della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, con un regolamento parzialmente rinnovato: da quest’anno, infatti, potranno essere presentati testi in forma di racconto ma anche di lettera o saggio e, oltre a quella degli adulti, sono state introdotte le due nuove sezioni “Minori” e “Gruppi”.

In continuità con l’edizione passata, nell’ottica della partecipazione della Chiesa di Milano a EXPO 2015, che affronterà il tema “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”, si è scelto un titolo che richiami il tema del cibo nel suo più ampio significato antropologico, spirituale, culturale.
L’idea scelta per il concorso di quest’anno è, infatti: “NUTRIRE LA VITA. Racconti di ospitalità, festa, cibi e condivisione”. Un testo su ciò che arricchisce l’esistenza, nel corpo e nell’anima. Una traccia sul cibo vero ma anche sul cibo spirituale; sul nutrimento messo in tavola per essere mangiato e il nutrimento interiore che deriva dal condividere, ospitare, fare festa con gli altri che siedono a tavola con noi.

Il concorso prevede la premiazione di tre testi – il migliore per ciascuna sezione – scelti da una giuria di esperti composta da uno scrittore, da docenti universitari e da rappresentanti della Fondazione Ismu e dell’ufficio diocesano per la Pastorale dei Migranti. La giuria stabilirà insindacabilmente la classifica dei vincitori. A ciascuno dei vincitori – due individuali e uno collettivo, per la sezione Gruppi – sarà consegnato un premio in denaro nel corso della manifestazione diocesana ‘Festa delle Genti’, che si terrà durante la domenica di Pentecoste (24 maggio 2015).

Il termine per la presentazione dei lavori, che dovranno essere inediti, è il 5 aprile 2015. Dovranno essere inviati all’ufficio per la Pastorale dei Migranti (piazza Fontana, 2 – 20122 Milano; migranti@diocesi.milano.it).

Fonte: Ismu